Caschi per bambini tutte le tipologie: migliori prodotti di Novembre 2020, prezzi, recensioni

In giovane età andare in bicicletta è da sempre un divertimento e una passione, tanto quanto è per i genitori motivo di preoccupazione per la sicurezza del piccolo ciclista. Un buon casco da bicicletta per bambini è un accessorio fondamentale per garantire questa sicurezza. Il mercato offre un’ampia scelta di caschi e sono diversi i fattori da prendere in considerazione: dal tipo di rivestimento che andrà ad attutire eventuali urti, alla regolabilità del cinturino o al sistema di ventilazione, senza scordare però che anche l’occhio vuole la sua parte.

Il casco è importante e non bisogna mai dimenticare di farlo indossare ai bimbi. Andiamo quindi a vedere gli aspetti più importanti per scegliere il miglior casco per bambini in circolazione!

 

La taglia giusta per una testa in crescita

Scegliere la giusta taglia di un casco per bambini  è fondamentale per evitare che si sfili o che risulti scomodo. Nello scegliere la taglia è importante tenere a mente che i bambini crescono in fretta: è quindi utile e conveniente scegliere un casco con cinturino e circonferenza regolabili, in modo tale da non dover sostituire il casco a pochi mesi dall’acquisto.

Parti come il cinturino sono spesso sostituibili in caso di rottura. La taglia del casco può essere controllata sulla targhetta interna e le misure variano in genere fra i 50-56 cm.

Il rivestimento protettivo e il passaggio d’aria

Andare in bicicletta è un’attività salutare e stimolante già dalla tenera età, ma è necessaria molta attenzione mentre si pedala, soprattutto se si circola in città. Per proteggere la testa da sfortunati urti ci vuole un buon materiale protettivo che ammortizzi l’impatto. Nei caschi per bici bisogna tenere conto del materiale del guscio, solitamente di plastica dura, EPS o ABS, e dell’imbottitura di spugna o di schiuma ergonomica.

Il casco deve essere anti-scalzamento, ciò significa che in caso di caduta deve rimanere ben saldo sulla testa del bambino.

Verificare sempre sul casco il marchio di omologazione EN 1078: solo così si ha la certezza che il modello sia realizzato in conformità con le norme europee vigenti. Altre caratteristiche  da considerare nella scelta di un casco sono sicuramente il peso e le dimensioni, che andranno a variare con il tipo di materiale del casco e lo spessore del rivestimento. Pensare a cosa può essere più comodo e pratico per il bambino ti aiuterà a fare la scelta migliore. Una volta che il casco viene consegnato, provalo e non esitare  a sostituirlo nel caso la misura non fosse precisa: ne va della sua efficacia.

È importante ricordare che successivamente ad un urto è sempre necessario sostituire il casco, anche nel caso risulti integro all’esterno, in quanto potrebbe aver subito delle fratture interne.

Il comfort delle ventole di raffreddamento

Le bocche d’areazione (o ventole di raffreddamento) sono le aperture sul guscio del casco che aiutano  a tenere fresca la testa in modo da prevenire la sudorazione.

I caschi migliori sotto questo aspetto arrivano ad avere anche dieci o dodici ventole di vario spessore. diminuire il sudore, soprattutto in estate, aiuta anche a tenere il casco più pulito e profumato. Insomma, per una pedalata al fresco e senza fastidi scegli un casco che abbia abbastanza spazio dove far scorrere un po’ d’aria.

Il design e la fantasia

Un design accattivante o una fantasia colorata e vivace sono la chiave per unire i gusti del bimbo ad un’esperienza sicura. Se un casco dal design sgradito può disincentivare il bambino dall’indossarlo, quello giusto lo invoglierà a portarlo sempre con lui come un giocattolo nuovo.

Per un genitore è importante considerare, oltre i gusti del proprio bambino, la sua età e scegliere fra un modello di casco per bambini o uno per bebè.

Come puoi già immaginare, la varietà di design e fantasie diversi per un casco da bambini è molto ricca, fra colori accesi, scritte moderne e forme originali. Un ottimo modo per convincere un ciclista in erba a non dimenticare il casco è comprargliene uno del suo cartone preferito, non vorrà più toglierselo!

Conclusioni

Il casco perfetto per il tuo bambino è dietro l’angolo: la scelta è ampia e i fattori più importanti da considerare sono dunque la scelta della taglia, il materiale protettivo, il passaggio d’aria, la comodità e il design. Molti di questi caschi sono adatti anche per far andare i bambini sui pattini a rotelle, sui monopattini e sullo skateboard.

Un report della NBER ha riportato che indossare il casco previene del 19% il rischio di fatalità nell’età compresa fra i 7 e i 17 anni. Indossare il casco per strada quando si va in bicicletta non è una scelta obbligata dal codice della strada, ma dovrebbe sempre essere la scelta di un genitore attento alla sicurezza di suo figlio. Farlo indossare sempre al bambino lo terrà più al sicuro, a partire dalla sua prima esperienza con le due ruote e anche quando ci avrà preso la mano.


Vivo a Roma e sono uno studente laureando in studi umanistici. Sono appassionato di cinema, scrittura creativa e attività fisica all’aperto. Ho lavorato come redattore per giornali studenteschi, blog e siti web per alcuni anni. Sono determinato a scoprire ogni giorno qualcosa di nuovo per poi scriverne.

Back to top
menu
bicicletteperbambini.it